Edilizia italiana: si riparte dal 2018

art 1

Dopo 10 anni di buio l’edilizia italiana forse intravede la luce alla fine del tunnel… e questa volta potrebbe davvero non essere un miraggio!

Dall’inizio della crisi ad oggi l’industria edile italiana ha perso il 36,5%. Anche il 2017, che a detta di molti avrebbe dovuto segnare il cambio di tendenza, ha registrato un calo del -0,1%. I dati riportatati da Ance Como sono piuttosto tragici. Nel comasco, dal 2008 ad oggi, si è passati da circa 1.000 azienda a mendo di 500, e da più di 10.000 addetti a meno di 4.000. Chi è riuscito a sopravvivere al morso della crisi oggi deve ancora lottare contro una burocrazia arrugginita ed un supporto delle istituzioni piuttosto assente.

Tuttavia il 2018 potrebbe portare la rivincita così tanto attesa. I dati parlano di un aumento degli investimenti in costruzioni del 2,4% ed una corrispettiva crescita dell’industria. Sembra che a guidare la risalita saranno principalmente la riqualificazione del patrimonio abitativo ed importanti investimenti in opere pubbliche. Il nuovo governo Conte sembra capire la gravità della situazione e richiama l’importanza degli appalti pubblici come leva fondamentale per la crescita non solo dell’edilizia, ma dell’Italia intera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...